Lettura & Poesie

Chi dorme non piglia pesci

Pubblicato il Caterina Ciccolini

Tanto tempo fa una bambina di nome Sara non aveva studiato a sufficienza per una verifica a scuola, ma prese comunque un bel nove. Sara, molto felice e orgogliosa di se stessa, smise di studiare e iniziò a pensare che i buoni voti a scuola fossero regalati. La settimana dopo, a fine quadrimestre, quando ricevette il pagellino, si ritrovò tutti dieci. Ancora più felice della settimana precedente, decise addirittura di non prendere più appunti da quel momento in poi.

Il cibo preferito di Sara era sempre stato il pesce e i suoi genitori glielo cucinavano spesso.

A fine anno, quando Sara prese la pagella, si ritrovò, invece, tutti quattro e cinque. Lei e la sua famiglia non capirono il perché e per consolarsi Sara pensò ai suoi vecchi voti. Quella sera invece di mangiare un buon pesce al sale, Sara si ritrovò sul piatto spinaci e broccoli.

Da quel giorno si dice che chi dà tutto per scontato e non si impegna “dorme e non piglia pesci”.

Caterina Ciccolini  (I B media)