Lettura & Poesie

Il caffè sospeso

Pubblicato il Giovanni Carbone

A Napoli esiste un’ usanza chiamata “il caffè sospeso” quando una persona per qualche ragione è felice, o semplicemente di buon umore, nel momento in cui deve pagare il caffè appena gustato: invece di pagarne uno, ne paga due. L’altro caffè viene “offerto” a un’ altra persona che verrà a sedersi al bar che magari non se lo può permettere o che più banalmente si trova lì a poterselo gustare così da iniziare la giornata bene come l’ ha iniziata quello che gli ha offerto la bevanda, come dicono molti è un modo per offrire un caffè al mondo.

Inoltre il più delle volte alla persona che lascia il caffè sospeso non interessa ne a chi andrà l’offerta ne tanto meno dire a chi lo ha ricevuto di essere lui il “buon uomo”: perché quest’usanza va ben oltre l’interesse di mettersi in mostra e di far capire agli altri di essere un benefattore, il caffè si lascia non per dire di aver fatto un’offerta a chi ne ha bisogno, lo si fa semplicemente per compiere un gesto di solidarietà quale è caratteristica degli abitanti di una città che in millenni di storia non ha mai dichiarato di voler far guerra e conquista.

 per ulteriori approfondimenti