Scienza & Tech

Podologia

Pubblicato il Janaina Capitini

Intervistiamo oggi il Dottor Takis Capitini, docente del corso di laurea in podologia all’ Università Sapienza, che ci parlerà del suo ambito lavorativo.

Cos’è la podologia e chi è la figura del podologo?

“La podologia è una branca della medicina. Il podologo è lo specialista di riferimento per tutte le problematiche del piede”.

 

Perché all’estero il podologo è un podoiatra?

“Ogni paese ha le proprie leggi. In Europa però si sta andando, entro tempi brevi, verso l’unificazione dei profili personali, delle core competence e dei core curriculum universitari. Tutto ciò per favorire il libero mercato e la libera circolazione tra i professionisti del settore.”

Esiste un’associazione italiana della podologia? 

” Sì, esiste l’Associazione Italiana Podologi (A.I.P.): si tratta dell’ente di riferimento, controllo e divulgazione scientifica della podologia in Italia. Essa organizza ogni anno congressi d’altissimo profilo e rilevanza internazionale.”

Com’è strutturata la podologia mondiale?

“Ogni paese ha le sue associazioni di categoria e società scientifiche. Esiste poi anche la Federazione Internazionale Podologi e Podoiatri (F.I.P.). Essa è l’organo massimo che riguarda la podologia e la podoiatria. Questa associazione governa, controlla e promuove l’azione delle associazioni presenti in ogni paese (in Italia l’ A.I.P). Inoltre essa indice riunioni diverse in base a svariate problematiche ed alle necessità. Essa infine indice congressi: il più importante ha luogo ogni tre anni.

Quest’anno sono già state indette riunioni e congressi?

” Per quanto concerne i congressi, il congresso mondiale è stato nel 2016. La prima riunione (alla quale ho preso parte) è invece stata indetta a gennaio.”

Quale università si deve frequentare e quanto dura il percorso di studi?

” Si deve fare un test di ingresso perché la facoltà è a numero chiuso. Il corso di laurea in podologia si divide in due parti:

  1. Formazione di base: tre anni più eventuali master della durata di un anno
    2. Laurea magistrale della di due anni per una durata complessiva di cinque anni.

Una volta acquisita la laurea magistrale si possono ottenere dottorati di ricerca e fare master di secondo livello della durata di due anni.”

Quali master sono abbinabili a questo ambito?

“Di master ce ne sono tanti. Uno dei migliori al momento si chiama Podologia Riabilitativa di Interesse Chirurgico (P.R.I.C ). Tenuto alla Sapienza nel dipartimento Valdoni. Il presidente è il professore Roberto Badagliacca e io sono uno dei quattro docenti coordinatori.”

Negli ospedali è presente la figura del podologo?

“Sì, ma non da molto. Purtroppo i podologhi sono pochissimi.”

Si conclude qui l’intervista, ringraziamo il Dottor Capitini per il suo intervento.